fbpx

Gruppo Immobiliare Progedil: le iniziative commerciali relative alle nuove costruzioni trainano il mercato immobiliare capitolino

0 Condivisioni

Il mercato capitolino, con riferimento agli immobili commercializzati dal Gruppo Immobiliare Progedil, partner esclusivo di Colliers a Roma, ha dimostrato nel primo semestre 2023, e in continuità con il 2022, di premiare le iniziative commerciali relative alle nuove costruzioni studiate e presentate con soluzioni in linea con quanto il mercato richiede, consentendo al Gruppo di registrare un’importante crescita in termini di fatturato (+50%) e di EBITDA (+38%).

Nonostante il mercato residenziale in Italia abbia subito una flessione nei primi sei mesi del 2023 rispetto all’anno precedente, il Gruppo ha dimostrato di essere solido e affidabile segnando un’importante crescita e raggiungendo tutti gli obiettivi prefissati”. commenta Francesco Procopio,  General Manager di Progedil che prosegue “Solo nei primi sei mesi di quest’anno oltre 15mila clienti si sono messi in contatto con noi, 9.000 sono state le famiglie incontrate per valutare l’acquisto o la vendita di una casa e 565 i clienti che hanno comprato o venduto casa affidandosi ai nostri servizi”.

Questi i dati che Progedil presenterà durante il 31° Forum di Scenari Immobiliari, in programma il 15 e 16 settembre a Rapallo, nella sezione “MIGLIORA ITALIA” imprese, aziende e prodotti innovativi, con focus su realtà imprenditoriali e progetti che costituiscono elemento di interesse per il Paese, per gli investitori istituzionali, per il mercato e che fanno sperare in un’Italia migliore.

L’andamento del mercato residenziale in Italia ha registrato per il Q1 2023 un calo delle compravendite di 8,3% rispetto allo stesso trimestre del 2022 (anno record) e per il secondo trimestre si attende l’ufficialità del dato che attesta un ulteriore decremento. L’effetto di tale contrazione, come noto, è dovuto soprattutto alla crescita dell’inflazione e al conseguente aumento dei tassi di interesse. La decrescita, però, ha riguardato principalmente immobili molto periferici e/o di qualità medio-bassa e/o senza offerta di servizi integrati, in contrasto con l’ottima tenuta delle vendite relative ai progetti di nuova costruzione.

Questi risultati,  benché in contrazione, uniti alla convinzione che verso la fine dell’anno terminino le politiche restrittive da parte dei regolatori e che ci si riporti su posizioni più accomodanti dei tassi di interesse, generano aspettative non troppo sconfortanti. 

Nel primo semestre 2023, infatti, è continuato l’ottimo andamento del comparto residenziale, con volumi di investimento che hanno generato un complessivo di circa 327 milioni, evidenziando una contrazione di minore entità rispetto ad altre asset class. 

“In particolare, con riferimento alla Capitale, che permette di realizzare margini importanti, ci aspetta un prossimo futuro con una pipeline di realizzazione di una molteplicità di sviluppi residenziali di grande impatto per la Città che, in aggiunta a quanto già si sta sviluppando, permetterà di alimentare il circolo virtuoso di rigenerazione della Città avviato ormai da qualche tempo” conclude Procopio.

0 Condivisioni

Redazione theWise

Settimanale online di cultura e informazione. In un mondo dove le notizie sono trattate senza profondità, noi andiamo in direzione ostinata e contraria.

Optimized by Optimole