fbpx

Un giornalismo inclusivo per sensibilizzare verso disabilità

giornalismo inclusivo
0 Condivisioni

Pensare a un nuovo giornalismo inclusivo per sensibilizzare verso disabilità: riflessioni metodologiche, idee e prospettive nasce come una pura riflessione metodologica derivata da due esperienze professionali congiunte, una nel campo della disabilità e l’altra nel campo del giornalismo online.

Il nostro giornale ha offerto ampio spazio alle tematiche dell’inclusione e della disabilità, attraverso riflessioni, articoli e interviste a professionisti del settore. Pertanto, era in un certo senso “doveroso” un pensiero di questo genere: lo scopo principale è quello di riflettere sul proprio lavoro, per poterlo migliorare.

In alcun modo questo scritto vuole offendere l’altro, giudicarlo o ergersi a esempio da seguire. L’unico augurio è quello che tale riflessione sia ampliata e migliorata da coloro che la leggeranno.

Marco Capriglio, pedagogista, vicepresidente di theWise Magazine

Valentina Pellegrino, psicologa e psicoterapeuta

0 Condivisioni

Marco Capriglio

Orgoglioso cittadino di Scandiano (RE), terra di Lazzaro Spallanzani e dell'Orlando Innamorato, dove sono nato nel 1996 e tutt'ora risiedo, sono docente specializzato di sostegno in anno di prova nella scuola secondaria di secondo grado. Già vicepresidente della testata online theWise Magazine, mi divido tra il mondo della disabilità e quello della storia militare, soprattutto in ambito locale. Ho una seconda identità di batterista punk rock. Altrettanto orgoglioso addetto stampa dell'Associazione Nazionale Carabinieri Scandiano e socio del Centro Studi Lazzaro Spallanzani.

Optimized by Optimole